Category Archives: Federazione Sicilia Orientale

Solidarietà al prof. Antonio Mazzeo

Il Partito Comunista di Messina unisce la propria voce ai tanti e tante che in questi giorni stanno esprimendo solidarietà e vicinanza al prof. Antonio Mazzeo, docente dell’ICS “Cannizzaro-Galatti” di Messina, oggetto di un procedimento disciplinare da parte della preside per aver legittimamente espresso l’obiezione alla presenza di reparti dell’esercito nella propria scuola nell’ambito di un progetto dell’Ufficio Scolastico Regionale del Miur per le “Celebrazioni del centenario della Grande Guerra” organizzate dalla Brigata “Aosta”, in sinergia col Comando Militare dell’Esercito “Sicilia”.

Condanniamo decisamente il progetto-evento “Studenti e Militari uniti nel Tricolore” che la Brigata Meccanizzata “Aosta” dell’Esercito italiano, reparto d’élite e di pronto intervento NATO negli scenari di guerra internazionali, sta portando avanti nelle scuole che è portatore di un pericoloso messaggio volto agli studenti e studentesse per mistificare la realtà sul primo massacro inter-imperialista dei popoli in cui migliaia di lavoratori e giovani vennero usati come carne da cannone versando il loro sangue per gli interessi dei capitalisti.

Allo stesso modo riteniamo intollerabile l’attacco alla libertà di pensiero e parola di un lavoratore pubblico garantito sulla carta dalla stessa Costituzione ma che viene messo in discussione dal processo di aziendalizzazione delle istituzioni scolastiche attraverso la “Buona Scuola” con conseguente autoritarismo e distruzione del pensiero critico.

Il Partito Comunista di Messina, ribadendo la sua piena solidarietà e vicinanza al prof. Antonio Mazzeo, chiama ad incrementare la vigilanza e l’opposizione verso questi meccanismi che avanzano il militarismo e l’autoritarismo padronale da corollario alle politiche antipopolari che attaccano i diritti delle classi popolari e ai piani di guerra che coinvolgono sempre di più il nostro paese e territorio.

Messina, 25/05/2018

Catania 25 Aprile 2018

Foto e video dello spezzone del Partito Comunista al corteo antifascista-anticapitalista di Catania nel giorno in ricordo della liberazione dal nazifascismo. Un corteo partecipato, compatto e determinato ha spezzato la provocazione della Questura di #Catania percorrendo il percorso storico che era stato vietato, passando tra i quartieri popolari scandendo slogan per il lavoro, i diritti e servizi sociali, la solidarietà internazionalista contro la guerra imperialista e la NATO. Il #25aprile non è una ricorrenza, ma una lotta da portare a termine. Ricordiamo gli ideali di libertà e giustizia sociale che animarono la #Resistenza per continuare in quel solco la lotta per un’Italia socialista! Fedeli alla nostra storia, avanti fino alla vittoria!

Al grido di «fuori dal corteo» dura contestazione di comunisti e antifascisti al Partito Democratico e al #M5S durante il corteo del #25aprile a #Catania. Chi sta con i padroni, chi flirta con la Lega, chi ha governato e chi si prepara a farlo contro i lavoratori non c’entra nulla con i partigiani e la #Resistenza.

Clicca per video contestazione a PD e M5S

«… A conquistar la rossa primavera, dove sorge il sol dell’avvenir»
Unisciti al Partito Comunista, per un’Italia socialista, per il potere ai lavoratori!

Clicca per video spezzone PC

Elezioni 2018: quasi 6.000 voti al Partito Comunista in Sicilia

Il Comitato Regionale della Sicilia del Partito Comunista ringrazia i quasi 6.000 compagni, lavoratori, disoccupati che hanno dimostrato il loro appoggio al processo di ricostruzione comunista votando le nostre liste alla Camera dei deputati. Un risultato nel quale va tenuto conto dell’assenza della nostra lista nella circoscrizione siciliana del Senato e nel collegio della Camera che comprende il vasto territorio di Mazara del Vallo, Agrigento e Caltanissetta. 

Il voto in Sicilia ha confermato le attese premiando nettamente il M5S che raccoglie il voto di protesta contro le classi dirigenti incastrandolo in percorsi funzionali alla gestione del marcio sistema capitalista, punendo giustamente in modo definitivo quella “sinistra” che ha tradito i lavoratori e le classi popolari.

Per quanto ci riguarda, tenendo conto del quadro di arretramento generale e dei limiti nella presenza delle liste, il risultato ottenuto rispecchia le aspettative con alcuni interessanti dati nei nebrodi, nell’acese, nel palermitano e nel ragusano. Ogni lunga marcia inizia con un piccolo passo e 6mila voti in questo contesto rafforzano un processo di costruzione che con forza e convinzione rilanciamo sul nostro territorio e rappresentano un significativo passo avanti nell’azione del Partito. Il nostro obiettivo adesso è quello di organizzare e strutturare in modo permanente come sostenitori e militanti del nostro Partito questi voti. Questa è la nostra sfida a cui dedicheremo tutti i nostri sforzi per radicarci nei luoghi di lavoro, nei quartieri popolari, nelle campagne, e in tutti quei territori in cui non siamo attualmente presenti. 

Apriamo la campagna tesseramento 2018 facendo pertanto appello ad esser protagonisti della costruzione del Partito Comunista in Sicilia prendendo contatto diretto con noi scrivendoci a comunicazioni@partitocomunistasicilia.it o chiamando al 3387886131.

Per un’analisi complessiva del voto rimandiamo al comunicato dell’Ufficio Politico: http://ilpartitocomunista.it/2018/03/05/prime-considerazioni-sullesito-elezioni/