Foto della 3° Festa Comunista della Sicilia

Dal 29 settembre al 1° ottobre al Parco della Pace “G.Rosano” di Adrano (CT) si è svolta con successo la 3° Festa Comunista della Sicilia organizzata dal comitato regionale siciliano del #PartitoComunista Leggi tutto.. »

3° edizione della Festa Comunista della Sicilia

Il comitato regionale siciliano del Partito Comunista in collaborazione con la locale Casa del Popolo organizza la 3° edizione della Festa Comunista della Sicilia nella cittadina alle pendici dell’Etna di Adrano (CT) Leggi tutto.. »

Foto Contro G7. Convegno e manifestazione

Foto del Contro G7 di classe e antimperialista organizzato dal Partito Comunista a Giardini Naxos (Me) il 27 maggio scorso con il Convegno Internazionale “Né terra, né mare, né aria per gli Leggi tutto.. »

No al G7 di Taormina

Il 26 e 27 maggio 2017 si svolge a Taormina (Me) il Vertice dei capi di stato e di governo del Gruppo dei Sette (G7), ossia il gruppo delle 7 maggiori potenze Leggi tutto.. »

Da Adrano a Taormina: inizia la campagna del Partito Comunista contro il G7

Parte da Adrano (Ct) la campagna del Partito Comunista contro il G7 di Taormina. In tutta la Sicilia si prepara l’opposizione al Vertice G7 che si svolgerà il prossimo 26 e 27 Leggi tutto.. »

17 Gennaio 1951 – 2017: Oggi come ieri, contro la NATO, per la pace e l’internazionalismo proletario

Il 17 gennaio di 66 anni fa, ad Adrano (CT) in via De Giovanni, veniva ucciso dai fascisti con la protezione della polizia italiana e le istituzioni borghesi, il bracciante agricolo comunista Leggi tutto.. »

Nota del Partito Comunista sull’esito del referendum e le dimissioni di Renzi

L’esito del referendum ha segnato una pesante sconfitta per il governo Renzi, per il sistema di potere che in questi anni ha interpretato in modo più conseguente e risoluto gli interessi del Leggi tutto.. »

Sanità: No al criminale e antipopolare piano Gucciardi-Lorenzin

Il progetto di riassetto della rete ospedaliera siciliana predisposto dall’Assessorato regionale alla Salute, Gucciardi (PD), in applicazione della riforma introdotta con il decreto Balduzzi (Scelta Civica) e delle direttive del ministero guidato Leggi tutto.. »

Dissequestro MUOS: il Tribunale del Riesame di Catania risponde presente alla chiamata di guerra in Libia

A qualche giorno dall’incontro del Ministro della Difesa, Pinotti, con i rappresentanti del Congresso americano e all’indomani della dichiarazione della stessa di disponibilità alla concessione delle basi agli USA per le operazioni Leggi tutto.. »

Sulla “crisi idrica” di Messina e il nuovo DDL “acqua pubblica” in Sicilia

La cosiddetta “crisi idrica” esplosa in queste settimane nella città di Messina a seguito della frana che ha messo fuori uso la rete idrica che dall’acquedotto di Calatabiano (Ct) rifornisce la città Leggi tutto.. »

Adesione al corteo regionale “contro la guerra e la NATO” del 31 ottobre a Marsala

Il Comitato Regionale della Sicilia del Partito Comunista aderisce alla manifestazione contro la guerra e la NATO del 31 ottobre a Marsala (Tp) in opposizione alle manovre di guerra denominate “Trident Juncture Leggi tutto.. »

NO ALLE MANOVRE DI GUERRA. FUORI L’ITALIA DALLA NATO, FUORI LA NATO DALL’ITALIA!

Dal 3 ottobre al 6 novembre prossimo si svolgeranno le esercitazioni NATO chiamate “Trident Juncture 2015”, le più importanti e imponenti “dalla fine della Guerra Fredda e, probabilmente, della storia della NATO”. In Leggi tutto.. »

Contro le celebrazioni del sessantennale della “Conferenza di Messina”

“Gli Stati Uniti d’Europa in regime capitalistico sarebbero o impossibili o reazionari” Lenin 60 anni dopo la Conferenza di Messina, svolta nella città dello Stretto dal 1° al 3 Giugno 1955 a Leggi tutto.. »

In merito alle dichiarazioni del Segretario Generale della CGIL di Palermo

In merito alle dichiarazioni del Segretario della CGIL di Palermo, Enzo Campo, il Comitato Regionale del Partito Comunista rifiuta e respinge l’accusa di aver “usurpato il luogo della memoria”. Consideriamo tali affermazioni Leggi tutto.. »

No alle politiche migratorie assassine dell’UE!

Dichiarazione congiunta del Partito Comunista di Grecia (KKE), del Partito Comunista (Italia), del Partito Comunista di Malta (PCM) e del Partito Comunista dei Popoli di Spagna (PCPE) Su iniziativa del  KKE, i partiti Leggi tutto.. »

Con i lavoratori dei treni a lunga percorrenza e traghettamento dello Stretto

Con l’annuncio della rimodulazione da parte della società Rfi del servizio di traghettamento dello Stretto e dei treni a lunga percorrenza che collegano la Sicilia al resto del paese, la nostra regione Leggi tutto.. »

No alla dismissione dei treni a lunga percorrenza e delle navi a 4 binari

Lo scorso 2 Gennaio, il sindacato di base Or.S.A. ha denunciato tramite un comunicato diffuso per mezzo stampa, l’intenzione del Gruppo F.S. di “eliminare il servizio universale garantito dai treni a lunga Leggi tutto.. »

Adesione all’appello “Guerre e Muos: opporsi è possibile”

Il Partito Comunista aderisce all’appello del Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS “Guerre e Muos: opporsi è possibile” e si impegna altresì a diffonderlo. Consideriamo questo appello molto positivo, in quanto inquadra la Leggi tutto.. »

Sull’incendio alla Raffineria di Milazzo

La Fed. di Messina del Partito Comunista esprime la propria solidarietà e vicinanza agli operai e operaie della Raffineria di Milazzo, ai lavoratori del corpo dei vigili del fuoco e alla popolazione Leggi tutto.. »

Il capitalismo distrugge il meridione d’Italia

Il recente rapporto SVIMEZ sull’economia del mezzogiorno 2014 (1), presentato il 30 luglio 2014 alla Camera dei Deputati, ci consegna la fotografia del pesantissimo arretramento del sud, con l’occupazione scesa sotto la Leggi tutto.. »

 

Foto della 3° Festa Comunista della Sicilia

Dal 29 settembre al 1° ottobre al Parco della Pace “G.Rosano” di Adrano (CT) si è svolta con successo la 3° Festa Comunista della Sicilia organizzata dal comitato regionale siciliano del #PartitoComunista e la Casa del Popolo “G. Rosano e P. Maccarrone”. 3 giorni di dibattiti politici in cui sono intervenuti compagni anche del Fronte della Gioventù Comunista – FGC, del Comitato Popolare Experia Catania, COBAS Scuola, Fronte per la Liberazione  del Popolo dello Sri Lanka (Jvp com. Italia), coop. PastaMadre Bio, Terre di Palike e altri con i quali si sono affrontati diversi temi quali imperialismo, guerra, lavoro, immigrazione, scuola, agricoltura con un punto di vista di classe e internazionalista delineando compiti, analisi e prospettive di lotta e organizzazione per la costruzione della rivoluzione socialista in Sicilia, onorando al meglio il centenario della rivoluzione d’Ottobre che è stata constantemente citata e ricordata.

Il programma realizzato è stato ricco anche per quanto riguarda gli spettacoli con il monologo teatrale “Il vento e il deserto” a cura del ASD Etoile Libertas, scuola di recitazione e danza con Lina Giuffrida ad interpretare la storia autobiografica della compagna Concetta la Ferla e delle sue donne percorrendo le lotte delle donne dal dopoguerra agli anni ottanta in Sicilia, ma anche con la musica rap di Ieu One & Dj Bivo G e la grande chiusura con la musica popolare dei Giringiro.

Chiudiamo così una bella e orgogliosa #festacomunista che ha visto più di 150 presenze nei 3 giorni, con le nostre idee e i nostri simboli, le nostre facce, la gioia, la socialità e l’entusiasmo di chi ogni giorno vuol costruire un mondo nuovo, portando il nostro messaggio chiaro e concreto alternativo nel quartiere popolare di Monterosso che dopo tanti anni hanno visto ripulito, riqualificato e aperto, grazie all’attività svolta dai compagni della Casa del Popolo, il bellissimo parco, abbandonato dalle istituzioni, dedicato al compagno G.Rosano, il giovane bracciante adranita ucciso nel 1951 dai fascisti e polizia nel corso di una manifestazione contro la NATO.

Ringraziamo tutti i compagni e compagne che hanno duramente lavorato per rendere possibile tutto ciò, i compagni e compagne ospiti che sono intervenuti, i lavoratori, giovani, gli abitanti del quartiere popolare di Monterosso e tutti coloro che hanno partecipato. Al prossimo anno per la 4° edizione con la promessa di migliorarci sempre di più…

Clicca qui per foto

Sicilia, elezioni regionali: comunicato sull’incontro con il PCI e i lavori per la lista comunista

Il processo di formazione delle coalizioni dei diversi schieramenti e la conseguente campagna elettorale che si sta sviluppando per le elezioni regionali di novembre è una nuova manifestazione del teatrino elettorale borghese contraddistinto da trasformismo e opportunismo. I candidati degli schieramenti principali  che al momento si delineano (PD e alleati, centrodestra, M5S, “sinistra”), non rappresentano altro che la sintesi del quadro degli interessi complessivi e particolari della classe padronale per le sue politiche antioperaie e antipopolari. Nonostante siano attivate le macchine delle burocrazie istituzionali, degli apparati e delle pratiche clientelari, per cercare in ogni modo di trascinare sotto questi fittizi schieramenti della competizione elettorale il voto dei lavoratori e dei settori popolari siciliani intrappolandolo sotto bandiere a loro estranee, è già ampiamente prevedibile un alto tasso di astensionismo che dimostra la sfiducia nei confronti del sistema di rappresentanza e dei partiti borghesi.

Gli stessi sviluppi nella coalizione di sinistra cosiddetta “alternativa al PD” hanno dato piena ragione e conferma alla nostra posizione espressa nel precedente comunicato in cui abbiamo valutato negativamente e rifiutato nettamente le candidature di Navarra/Fava – e relative alleanze – in quanto entrambe non rappresentavano e non rappresentano tantomeno adesso alcuna discontinuità col centrosinistra, come dimostrano in modo inequivocabile le dichiarazioni del candidato Fava appoggiato dallo stesso Navarra. Di fronte a questo scenario, il comitato regionale del Partito Comunista ha avanzato, per primo, la proposta di discussione della possibilità di una lista comunista e di classe con determinate connotazioni e caratteristiche. Coerentemente a ciò, abbiamo preso atto della successiva decisione del PCI di uscire dalla coalizione Fava/Navarra e della convergenza sulla possibilità di una lista comunista, aprendo ad un confronto che già da alcune settimane avevamo intrapreso anche con altri. In tal senso abbiamo risposto prontamente all’invito del PCI ad una riunione che si è svolta mercoledì 13 settembre a Messina tra una delegazione delle rispettive segreterie regionali, guidate dai rispettivi segretari regionali. Alla riunione, di carattere interlocutorio, abbiamo manifestato la nostra disponibilità ad una lista comunista unitaria alla condizione dirimente, in conformità con quanto espresso dal nostro ufficio politico in data 9 settembre, di una presa di posizione inequivocabile e definitiva di rinuncia da parte del PCI ad ogni tipo di alleanza a qualsiasi livello con “forze di sinistra” (borghesi) e alla cosiddetta linea “di unità a sinistra”, che consideriamo incompatibile con il processo di ricostruzione comunista nel nostro paese entro il quale ci muoviamo. Questo punto è imprescindibile per partire per ogni confronto, punto senza il quale ogni accordo sarebbe legato solo alla contingenza elettorale.

In attesa di riscontro su ciò, confermando la nostra piena disponibilità al dialogo e confronto, rilanciamo coerentemente la proposta di una lista comunista e di classe, consapevoli che essa non può esser determinata da accordi dettati dalle contingenze elettorali, che esulano dalla necessità di trovare un percorso politico basato su visioni comuni che, senza illusioni riformistiche di alcun tipo, sia in grado di mobilitare la nostra classe in rottura con il capitalismo, l’UE e la NATO, rafforzare la lotta di classe e propagandare anche in Sicilia la necessità di una strategia rivoluzionaria per la costruzione del potere dei lavoratori ed il socialismo-comunismo.

Comitato regionale siciliano
Partito Comunista

Palermo, 15/09/2017

3° edizione della Festa Comunista della Sicilia

Il comitato regionale siciliano del Partito Comunista in collaborazione con la locale Casa del Popolo organizza la 3° edizione della Festa Comunista della Sicilia nella cittadina alle pendici dell’Etna di Adrano (CT) presso il Parco della Pace “G.Rosano” in Via V.Emanuele (alta). Da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre, 3 giorni dalle ore 18 dibattiti, dalle ore 20 cucina popolare e dalle ore 21 spettacoli teatrali e musicali. In più si svolgerà anche un torneo di bocce.

Di seguito il programma:

VENERDI’ 29 SETTEMBRE 2017

Ore 18.00 apertura festa

Ore 18.30 Dibattito Quale futuro per la Sicilia?

La Sicilia sempre più destinata ad un ruolo di piattaforma strategica per le guerre imperialiste, con decine di basi e installazioni militari USA-NATO, al centro del Mediterraneo divenuto una gigantesca fossa comune di profughi e oggetto di sempre più militarizzazione e dispute inter-imperialiste. Al contempo, Sicilia sempre più deserto produttivo, con un alto tasso di disoccupazione, precarietà lavorativia, bassi salari e privato di servizi basilari dalla sanità ai trasporti. Approfondiamo questa relazione per delineare quali compiti per i comunisti e i lavoratori organizzati in Sicilia nel contesto nazionale e internazionale. Intervengono: Alessandro D’Alessandro (segr. regionale Partito Comunista), un compagno del Fronte Popolare di Liberazione dello Sri Lanka (JVP Italia), un compagno del CPO Experia e sindacati di base. Conclude: Alberto Lombardo (ufficio politico PC). Coordina: Salvatore Vicario (resp. org. reg. PC)

Ore 20 Cucina popolare

Ore 21 Teatro all’aperto con Lina Giuffrida e lo spettacolo “Il Vento e il Deserto”, storia autobiografica di Concetta la Ferla e delle sue donne. Le lotte delle donne dal dopoguerra agli anni ottanta, a cura del Laboratorio d’arte Etoile. Liberamente tratto dal libro di “Di Concetta e le sue donne” di Maria Attanasio.

SABATO 30 SETTEMBRE 2017

Ore 18 apertura festa

ore 18.30 Dibattito Alternanza scuola-lavoro: opportunità per gli studenti o per i padroni?

L’alternanza scuola-lavoro è al centro della lotta del movimento studentesco contro la riforma della “Buona Scuola”. Venduta come opportunità per la crescita formativa degli studenti e il loro inserimento nel mondo del lavoro è in realtà un altro passo che mette l’istruzione al servizio degli interessi padronali. Formazione o sfruttamento? Quale lotta per legare la lotta degli studenti alla lotta dei lavoratori?
Intervengono: Fronte della Gioventù Comunista (FGC) e collettivi catanesi.

Ore 20 Cucina popolare

Ore 21 Concerto rap Ieu One

DOMENICA 1 OTTOBRE 2017

Ore 18 assemblea sull’agricoltura verso la Conferenza Nazionale del Partito Comunista

Intervengono tra gli altri: Antonino Mosaico (resp. comm. naz. agricoltura del PC), Emanuele Feltri (Terre di Palike), Salvatore Scuderi (Pasta Madre Bio coop. Colli Erei)

Ore 20 Cucina popolare

Ore 21 Concerto dei Giringiro