Torna la falce e martello. Anche in Sicilia vota comunista.

ANCHE IN SICILIA VOTA COMUNISTA Torna la falce e martello in #Sicilia. Cerca e vota la lista del Partito Comunista. Anche in Sicilia sarà presente lo storico simbolo dell’emancipazione dei lavoratori nella Leggi tutto.. »

Elezioni Sicilia, il Partito Comunista invita i lavoratori a non votare per nessun candidato e lista

Il Comitato Regionale Siciliano del Partito Comunista in relazione al voto del 5 novembre, confermando la posizione già espressa in precedenza, dichiara che tutti i candidati e liste presenti nella competizione elettorale Leggi tutto.. »

Foto della 3° Festa Comunista della Sicilia

Dal 29 settembre al 1° ottobre al Parco della Pace “G.Rosano” di Adrano (CT) si è svolta con successo la 3° Festa Comunista della Sicilia organizzata dal comitato regionale siciliano del #PartitoComunista Leggi tutto.. »

3° edizione della Festa Comunista della Sicilia

Il comitato regionale siciliano del Partito Comunista in collaborazione con la locale Casa del Popolo organizza la 3° edizione della Festa Comunista della Sicilia nella cittadina alle pendici dell’Etna di Adrano (CT) Leggi tutto.. »

Foto Contro G7. Convegno e manifestazione

Foto del Contro G7 di classe e antimperialista organizzato dal Partito Comunista a Giardini Naxos (Me) il 27 maggio scorso con il Convegno Internazionale “Né terra, né mare, né aria per gli Leggi tutto.. »

No al G7 di Taormina

Il 26 e 27 maggio 2017 si svolge a Taormina (Me) il Vertice dei capi di stato e di governo del Gruppo dei Sette (G7), ossia il gruppo delle 7 maggiori potenze Leggi tutto.. »

Da Adrano a Taormina: inizia la campagna del Partito Comunista contro il G7

Parte da Adrano (Ct) la campagna del Partito Comunista contro il G7 di Taormina. In tutta la Sicilia si prepara l’opposizione al Vertice G7 che si svolgerà il prossimo 26 e 27 Leggi tutto.. »

17 Gennaio 1951 – 2017: Oggi come ieri, contro la NATO, per la pace e l’internazionalismo proletario

Il 17 gennaio di 66 anni fa, ad Adrano (CT) in via De Giovanni, veniva ucciso dai fascisti con la protezione della polizia italiana e le istituzioni borghesi, il bracciante agricolo comunista Leggi tutto.. »

Nota del Partito Comunista sull’esito del referendum e le dimissioni di Renzi

L’esito del referendum ha segnato una pesante sconfitta per il governo Renzi, per il sistema di potere che in questi anni ha interpretato in modo più conseguente e risoluto gli interessi del Leggi tutto.. »

Sanità: No al criminale e antipopolare piano Gucciardi-Lorenzin

Il progetto di riassetto della rete ospedaliera siciliana predisposto dall’Assessorato regionale alla Salute, Gucciardi (PD), in applicazione della riforma introdotta con il decreto Balduzzi (Scelta Civica) e delle direttive del ministero guidato Leggi tutto.. »

Dissequestro MUOS: il Tribunale del Riesame di Catania risponde presente alla chiamata di guerra in Libia

A qualche giorno dall’incontro del Ministro della Difesa, Pinotti, con i rappresentanti del Congresso americano e all’indomani della dichiarazione della stessa di disponibilità alla concessione delle basi agli USA per le operazioni Leggi tutto.. »

Sulla “crisi idrica” di Messina e il nuovo DDL “acqua pubblica” in Sicilia

La cosiddetta “crisi idrica” esplosa in queste settimane nella città di Messina a seguito della frana che ha messo fuori uso la rete idrica che dall’acquedotto di Calatabiano (Ct) rifornisce la città Leggi tutto.. »

Adesione al corteo regionale “contro la guerra e la NATO” del 31 ottobre a Marsala

Il Comitato Regionale della Sicilia del Partito Comunista aderisce alla manifestazione contro la guerra e la NATO del 31 ottobre a Marsala (Tp) in opposizione alle manovre di guerra denominate “Trident Juncture Leggi tutto.. »

NO ALLE MANOVRE DI GUERRA. FUORI L’ITALIA DALLA NATO, FUORI LA NATO DALL’ITALIA!

Dal 3 ottobre al 6 novembre prossimo si svolgeranno le esercitazioni NATO chiamate “Trident Juncture 2015”, le più importanti e imponenti “dalla fine della Guerra Fredda e, probabilmente, della storia della NATO”. In Leggi tutto.. »

Contro le celebrazioni del sessantennale della “Conferenza di Messina”

“Gli Stati Uniti d’Europa in regime capitalistico sarebbero o impossibili o reazionari” Lenin 60 anni dopo la Conferenza di Messina, svolta nella città dello Stretto dal 1° al 3 Giugno 1955 a Leggi tutto.. »

In merito alle dichiarazioni del Segretario Generale della CGIL di Palermo

In merito alle dichiarazioni del Segretario della CGIL di Palermo, Enzo Campo, il Comitato Regionale del Partito Comunista rifiuta e respinge l’accusa di aver “usurpato il luogo della memoria”. Consideriamo tali affermazioni Leggi tutto.. »

No alle politiche migratorie assassine dell’UE!

Dichiarazione congiunta del Partito Comunista di Grecia (KKE), del Partito Comunista (Italia), del Partito Comunista di Malta (PCM) e del Partito Comunista dei Popoli di Spagna (PCPE) Su iniziativa del  KKE, i partiti Leggi tutto.. »

Con i lavoratori dei treni a lunga percorrenza e traghettamento dello Stretto

Con l’annuncio della rimodulazione da parte della società Rfi del servizio di traghettamento dello Stretto e dei treni a lunga percorrenza che collegano la Sicilia al resto del paese, la nostra regione Leggi tutto.. »

No alla dismissione dei treni a lunga percorrenza e delle navi a 4 binari

Lo scorso 2 Gennaio, il sindacato di base Or.S.A. ha denunciato tramite un comunicato diffuso per mezzo stampa, l’intenzione del Gruppo F.S. di “eliminare il servizio universale garantito dai treni a lunga Leggi tutto.. »

Adesione all’appello “Guerre e Muos: opporsi è possibile”

Il Partito Comunista aderisce all’appello del Coordinamento Regionale Comitati NO MUOS “Guerre e Muos: opporsi è possibile” e si impegna altresì a diffonderlo. Consideriamo questo appello molto positivo, in quanto inquadra la Leggi tutto.. »

 

Elezioni 2018: quasi 6.000 voti al Partito Comunista in Sicilia

Il Comitato Regionale della Sicilia del Partito Comunista ringrazia i quasi 6.000 compagni, lavoratori, disoccupati che hanno dimostrato il loro appoggio al processo di ricostruzione comunista votando le nostre liste alla Camera dei deputati. Un risultato nel quale va tenuto conto dell’assenza della nostra lista nella circoscrizione siciliana del Senato e nel collegio della Camera che comprende il vasto territorio di Mazara del Vallo, Agrigento e Caltanissetta. 

Il voto in Sicilia ha confermato le attese premiando nettamente il M5S che raccoglie il voto di protesta contro le classi dirigenti incastrandolo in percorsi funzionali alla gestione del marcio sistema capitalista, punendo giustamente in modo definitivo quella “sinistra” che ha tradito i lavoratori e le classi popolari.

Per quanto ci riguarda, tenendo conto del quadro di arretramento generale e dei limiti nella presenza delle liste, il risultato ottenuto rispecchia le aspettative con alcuni interessanti dati nei nebrodi, nell’acese, nel palermitano e nel ragusano. Ogni lunga marcia inizia con un piccolo passo e 6mila voti in questo contesto rafforzano un processo di costruzione che con forza e convinzione rilanciamo sul nostro territorio e rappresentano un significativo passo avanti nell’azione del Partito. Il nostro obiettivo adesso è quello di organizzare e strutturare in modo permanente come sostenitori e militanti del nostro Partito questi voti. Questa è la nostra sfida a cui dedicheremo tutti i nostri sforzi per radicarci nei luoghi di lavoro, nei quartieri popolari, nelle campagne, e in tutti quei territori in cui non siamo attualmente presenti. 

Apriamo la campagna tesseramento 2018 facendo pertanto appello ad esser protagonisti della costruzione del Partito Comunista in Sicilia prendendo contatto diretto con noi scrivendoci a comunicazioni@partitocomunistasicilia.it o chiamando al 3387886131.

Per un’analisi complessiva del voto rimandiamo al comunicato dell’Ufficio Politico: http://ilpartitocomunista.it/2018/03/05/prime-considerazioni-sullesito-elezioni/

Elezioni 2018. Le nostre liste in Sicilia

CANDIDATI ALLA CAMERA

CIRCOSCRIZIONE SICILIA 1

COLLEGIO 01 (Palermo)

PLURINOMINALE: D’Alessandro Alessandro, Calabria Emilia, Casula Alessandro, La Cavera Eliana

UNINOMINALE

Palermo – Resuttana- S.Lorenzo: Casula Alessandro

Palermo – Libertà: La Cavera Eliana

Palermo – Settecannoli: Calabria Emilia

COLLEGIO 02 (Bagheria-Trapani/Marsala)

PLURINOMINALE: Calabria Emilia, D’Alessandro Alessandro, La Cavera Eliana, Mazziotta Carlo

UNINOMINALE

Bagheria: D’Alessandro Alessandro

Marsala: Mazziotta Carlo

Monreale: Urso Daniele

CIRCOSCRIZIONE SICILIA 2

COLLEGIO 01 (Messina-Enna)

PLURINOMINALE: Vicario Salvatore, Libro Annamaria, Calì Orazio Patrizio Felice, Catarame Elena

UNINOMINALE

Messina: Vicario Salvatore

Barcellona Pozzo di Gotto: Romeo Roberto

Enna: Libro Annamaria

COLLEGIO 02 (Catania-Acireale)

PLURINOMINALE: Cristaldi Lucia, Feltri Emanuele, Catarame Elena, Calì Orazio Patrizio Felice

UNINOMINALE

Acireale: Calì Orazio Patrizio Felice

Catania: Feltri Emanuele

Misterbianco: Germanà Maria Agatina (detta Katia)

COLLEGIO 03 (Paternò-Ragusa-Siracusa)

PLURINOMINALE: Catarame Elena, Rosano Salvatore, Germanà Maria Agatina (detta Katia), Feltri Emanuele

UNINOMINALE

Paternò: Rosano Salvatore

Ragusa: Santangelo Paolo

Avola: Cristaldi Lucia

Siracusa: Stancampiano Immacolata

PC Palermo: “Nessuna equiparazione tra fascismo e antifascismo. Antifascismo è anticapitalismo.”

Il Partito Comunista di Palermo comunica che sarà presente con una delegazione di militanti alla manifestazione antifascista di sabato 24 febbraio rifiutando categoricamente ogni tentativo di equiparazione tra fascismo e antifascismo. Contemporaneamente, come tutti i giorni, continueremo a portare il programma politico dei comunisti nelle strade, posti di lavoro e quartieri popolari per costruire una reale alternativa di lotta e mobilitazione delle classi popolari e lavoratori che rappresenta l’unico antidoto in grado di eliminare le forze neofasciste che seminano il veleno del razzismo e xenofobia per servire gli interessi padronali così come il PD e il resto delle forze borghesi, a livello locale come nazionale. Costoro sono corresponsabili e continuano nel piano di sdoganamento dei fascisti utilizzando il vecchio trucco degli “opposti estremismi” funzionale al potere per portare avanti le sue politiche antipopolari e repressive. Oggi più che mai, antifascismo è anticapitalismo.